INFORMATIVA - Privacy - COOKIE Policy:

Questo sito web utilizza "cookie" di profilazione (propri di altri siti) per inviarLe pubblicità in linea con le Sue preferenze. Se continua la navigazione ed accede ad un qualunque elemento del sito al di fuori di questo banner/avviso, acconsente all'uso dei "cookie"

Condividi
Pin It

GIOVEDI' 27 GIUGNO 2019 - ORE 18.30

Grand Hotel delle Terme "RE FERDINANDO" - Ischia Porto

 

introduce e coordina
Ciro Cenatiempo


intervengono
Gina Menegazzi, Pompeo Arienzo

sarà presente l’autore

 performance con gli attori
Milena Cassano, Leonardo Bilardi

 

 

Plurisensoriale, con effetti sinestesici folgoranti sparsi qua e là, la scrittura di Pino Macrì è superbamente volatile come il suo tema originario. Lo contiene e ne è posseduta, ne è parte e tutto, giocando con altri intrecci di procedimenti espressivi che si autoalimentano spontaneamente. Chiamale evocazioni. Sognante, anche quando è iperrealista - proprio per questo - solletica la lectio della seconda metà del Novecento, che ha attribuito all’atto creativo il valore di «resistenza alla morte». [...]
[...] E raggiunge una cifra molto alta in termini letterari. Ci sono tratti di neo-naturalismo selvaggio, di esotismo mediterraneo, di commedia bonaria, di amore declinato in mille forme che emana un alone stupefacente, un po’ simile a quello che m’avvolge quando sto davanti ai dipinti del geniale Henri Rousseau il Doganiere. A volte è giungla, a volte è paradiso. Sinonimi di bellezza.


(dall’Introduzione di  Ciro Cenatiempo)

 

http://www.nuvola.tv/andrea-e-le-fate-il-libro-di-pino-macri-e-un-atto-damore-verso-la-natura-e-lisola-dischia/

 

 

http://www.nuvola.tv/andrea-e-le-fate-il-libro-di-pino-macri-e-un-atto-damore-verso-la-natura-e-lisola-dischia/